Tempo d’empatia

Siamo tutti attori

Il regista apre online la palestra del corpo emotivo

La parola empatia è composta da due parole, “en” (dentro), e pathos (sentimento o sofferenza).

L’empatia è la capacità di comprendere quelli che sono gli stati d’animo altrui, dalla gioia al dolore, percependone quindi le emozioni. Il significato etimologico: “sentire dentro”, oppure mettersi nei panni di un’altra persona.

Mi occupo di formazione teatrale da tanti anni, vissuta sempre come un’esperienza interiore, unica e incomparabile. Durante la mia carriera ho incontrato persone di ogni genere: artisti, professionisti, individui, curiosi e scettici, che desideravano attivare un’opera su sé stessi, e li ho supportati nei loro viaggi esplorativi, artistici e professionali.

Se hai bisogno di: recuperare energia, ricaricare la tua creatività, prepararti a casting e / o concorsi non esitate a contattarmi.

Insieme possiamo ottenere sicurezza e determinazione per le tue audizioni e / o conferenze, possiamo formulare progetti creativi per la tua azienda, comunicare attraverso una telecamera, conoscere i piccoli segreti per apparire e presentarti al meglio anche dentro un’inquadratura e perché no, amarti di più.

ACTING COACHING

Il coach è una figura molto importante, utile, perché opera con metodi pratici, funzionali alle tue esigenze.

In poche battute ti da le indicazioni necessarie per individuare le sfumature di un carattere o un personaggio che devi interpretare.

Un respiro, un volume, una velocità, un gesto, una pausa fanno la differenza, ma a volte sfuggono o non si mettono a fuoco.

Il coach ti aiuta a individuare le intenzioni, su quale parte del corpo poggiano le emozioni, quale muscolo utilizzare per esprimerle.

Ti allena ad ascoltarti, a tirar fuori i ricordi per raccontare il tuo mondo sensoriale.
Ti ascolta per imparare a indirizzare le tue battute.
Il coach è un regista concentrato solo sulle tue performance d’attore, di scena e di vita.

Insomma un addestramento per i meno esperti e una verifica per i professionisti.

Lo sguardo di un interlocutore preso in prestito, la possibilità di confrontarsi, per potenziare l’interpretazione di qualsiasi testo, con le parole e col silenzio.

LIFE COACHING

Un percorso che strutta il teatro per ristabilire l’armonia con sé stessi: fisicamente, emotivamente e mentalmente.

Una formazione che attinge alla memoria del corpo per risalire fino alla voce e al testo e diventare storia, racconto, narrazione.

Ascoltare il proprio corpo, legittimarlo alla percezione e all’esplorazione delle emozioni e della storia personale. Imparare ad accogliere uno sguardo e guardare senza pregiudizio. Dare spazio all’immaginazione.

Assaporare il piacere di essere sé stessi. Sollecitare la comunicazione e il dialogo tra il corpo e l’anima.

Conoscersi a vicenda, accettarsi, al fine di neutralizzare l’arroganza e il disagio. Conservare l’utilità dell’esperienza che ci rende un contenitore mai troppo pieno. Usare, migliorare e avere fiducia nelle proprie risorse.

Acquisire consapevolezza dello spazio.

Svuotarsi per riempirsi nuovamente.

Viaggiare senza partire.

In questo quotidiano così individualista in cui siamo tutti chiusi nel nostro piccolo universo, indipendentemente dall’ambiente sociale o professionale, dobbiamo trovare un modo per comunicare meglio con noi stessi e con il mondo esterno, presentarci e comprendere meglio il nostro interlocutore.

Il nuovo mondo ci chiede di più.

Impariamo a sviluppare il nostro potenziale, gestire aspettative, ascoltare il nostro corpo e armonizzare la nostra voce.

Valorizziamo la nostra personalità svelando il bagaglio della nostra storia, mettendola al servizio della comunicazione, della scena, del nostro lavoro o della personalità dell’azienda che rappresentiamo. Impariamo ad essere professionali mantenendo una vigorosa e sana umanità, a comunicare attraverso una telecamera o riempire uno schermo.

Esploriamo le nostre risorse fisiche, emotive e creative per renderle produttive.